Menu

Cart

Massimo Davi - Monica Risaliti

Nessuna immagine impostata

Massimo Davi è nato a Ferrara, vive e lavora a Imola. Direttore del Laboratorio per la qualità delle attività motorie di Imola, insegna Tecnica, Teoria e Didattica dell’attività motoria per gruppi ricreativa e del tempo libero presso la Facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Cassino. Diplomato in Educazione Fisica e laureato in Scienze Motorie all’Università di Bologna, indirizza la propria attività verso l’educazione motoria nella prima infanzia. La sua passione per i temi inerenti l’educazione, l’infanzia, la pedagogia, la neurologia, la psicologia, lo portano ad occuparsi di “complessità”, di relazioni, di dinamiche di gruppo. Il percorso formativo personale può essere definito “obliquo”; spazia infatti dalla psicomotricità relazionale di A. Lapierre al pensiero laterale di E. De Bono, dall’espressione corporea alla mimica ed alla musica, dalle dinamiche della comunicazione interumana allo sviluppo personale, dalla neurofisiologia ai temi della complessità, dal marketing aziendale ai concetti di Business Idea e di analisi istituzionale. Dopo aver operato in numerose scuole per l’infanzia come consulente nell’area motoria, entra nella Unione Italiana Sport per Tutti ed è attivo nel gruppo formazione del progetto “Primi Passi”. Per la stessa associazione è coordinatore della formazione tecnica nazionale dal 1992 al 2002; collabora anche con il comitato regionale dell’Emilia Romagna di cui è tuttora responsabile della formazione. Relatore e conduttore a vari convegni e corsi sui temi della corporeità e della motricità del bambino, cura la rubrica “AreaPsicomotricità” nella rivista “AreaUISP”. Autore di diversi libri, pubblicazioni ed articoli, nel 2003 riceve una segnalazione particolare nella sezione tecnica del XXXVII concorso letterario del CONI con il volume “Il karate nell’età evolutiva” che sviluppa uno studio sulla didattica del karatè e degli sport di combattimento, individuando come ambito di lavoro la logica del Pensiero Laterale di Edward de Bono. Consulente per diversi comuni e collaboratore dell’Associazione Italiana Formatori dell’Emilia Romagna, progetta, coordina ed organizza numerosi percorsi formativi rivolti al personale delle scuola, individuando nelle metodologie attive, situazionali e fenomenologiche il proprio orientamento operativo.

 

Nata a Prato, vive a Imola. Collabora sul territorio nazionale con il Settore Tecnico della Federazione Italiana Giuoco Calcio, che ha sede a Coverciano (Fi), insegnando “Teoria e metodologia dell’allenamento” ai corsi periferici e centrali, nonchè facendo ricerca presso il Laboratorio di “Teoria e metodologia” del Settore. Diplomata all’Isef di Firenze, ha conseguito la laurea in Scienze Motorie con indirizzo dell’allenamento sportivo e della performance motoria, modulo ricerca, presso l’Università di Digione. Docente all’Università di Firenze presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia nel Corso di Laurea in Scienze Motorie, insegna nel modulo pratico “Teoria e Metodologia dell’allenamento; è docente anche all’Università di Bolzano, presso la Facoltà di Scienza della Formazione primaria, dove insegna “Didattica delle Scienze Motorie” già dall’anno accademico 2000/2001. Si occupa da sempre di teoria e metodologia dell’allenamento applicata a discipline di squadra, in particolare calcio e pallacanestro, dove opera e collabora con squadre di alta prestazione ma anche in settori giovanili curando la preparazione fisica e sperimentando continuamente sul campo, gli strumenti che la continua “ricerca” suggerisce come innovativi e rivoluzionari. Per un lungo periodo di tempo ha prestato la sua collaborazione presso il Centro Giovanile di Formazione Sportiva di Prato; attraverso questa interessante e formativa esperienza di lavoro ha potuto sperimentare concretamente come lo spirito collaborativo e di cooperazione fra adulti di riferimento (istruttori sportivi, insegnanti scolastici, genitori) possa dare ai bambini una capacità di scelta consapevole verso un’attività monodisciplinare, attraverso una precoce proposta motoria multilaterale. All’interno di questa esperienza professionale è nata l’opportunità di ricerche longitudinali sulle capacità motorie dei ragazzi in età evolutiva, pubblicate e presentate attraverso Convegni ed atti ufficiali. La curiosità dell’autore l’ha portata inoltre ad occuparsi per un periodo della sua crescita professionale anche di biomeccanica applicata, attraverso l’utilizzo di un sistema di indagine informatico optoelettronico all’interno del Laboratorio del Settore Tecnico. Insieme ad uno staff di ricercatori ha iniziato l’analisi di alcuni gesti tecnici ma anche indagini posturali su bambini obesi all’interno di una collaborazione fra Settore Tecnico e clinica pediatrica Mayer di Firenze. Ha acquisito il titolo di Preparatore Atletico nelle Federazioni Calcio e Pallacanestro. Ha scritto due libri e diversi articoli tecnici su riviste accreditate nazionali ed internazionali. Ha partecipato a Congressi nazionali ed internazionali presentando lavori di ricerca di “Teoria e metodologia dell’allenamento” e di “Biomeccanica applicata a gesti tecnici di varie discipline sportive”.

Connect

Iscriviti per conoscere le news riguardo ai nostri autori, libri e altro ancora di In.edit edizioni

Log In